top of page
  • kinsectsrl

Dalla novità alla necessità: L'allevamento di insetti affronta il futuro dell'agricoltura sostenibile. Parte 3°


Modelli di business e prospettive legate alle opportunità nel settore della produzione di insetti e mangimi e per alimenti per animali domestici


Esaminando il ruolo degli insetti nella catena alimentare e le loro implicazioni per la sostenibilità. Gli insetti emergono come una fonte cruciale di proteine e grassi sani. Analizziamo le tendenze del mercato e le prospettive per il futuro dell'alimentazione animale e umana.





L'uso di insetti nei mangimi e negli alimenti per animali domestici sta rapidamente guadagnando popolarità grazie alla sua sostenibilità e agli enormi vantaggi nutrizionali che offre. Con un'attenzione sempre maggiore alla riduzione dell'impatto ambientale e alla promozione di pratiche agricole sostenibili, gli insetti si presentano come una soluzione promettente.


Scopri come aziende innovative stanno capitalizzando su questa tendenza emergente, fornendo proteine di alta qualità e ingredienti nutrienti per animali domestici, mentre contribuiscono a ridurre lo spreco alimentare e le emissioni di gas serra.


Quali modelli di business hanno più senso per l'allevamento di insetti?


Kinsect ha un impianto dimostrativo in Italia per mostrare la sua tecnologia e produrre piccole quantità di prodotto, ma non ha intenzione di possedere e gestire i propri impianti in futuro, e sostiene che tra le possibili soluzioni vi è un modello di franchising è il modo più veloce per scalare la tecnologia, ma perchè questo sia possibile occorrono vivai efficienti capaci di eliminare dal proprio impianto i processi complessi e più dispendiosi che coinvolgono le attività di accoppiamento.


La maggior parte delle aziende del settore alimentare e delle bevande non vuole perdere la concentrazione cercando di gestire un'attività di allevamento di insetti in aggiunta all'attività alimentare principale, ma è disposta a firmare un accordo di fornitura a lungo termine per fornire una fonte di mangime a un impianto di allevamento di insetti situato nelle vicinanze.


L'opportunità di mercato: mangimi e alimenti per animali domestici


Per quanto riguarda l'opportunità di mercato per le proteine, i lipidi e gli scarti degli insetti, è potenzialmente vasta, se si riesce a fornire una fornitura costante in grandi volumi, afferma Alexandre de Caters, cofondatore di Entobel.

L'allevamento di insetti su scala è molto impegnativo, ma c'è sempre più pressione sull'industria dell'acquacoltura per ridurre quello che chiamiamo 'fish in, fish out', e penso che col tempo diventeremo sempre più competitivi, perché vediamo la tendenza dei prezzi della farina di pesce salire.

Secondo Ashour di Aspire Food Group, "la categoria globale degli alimenti per animali domestici supera i 100 miliardi di dollari e gli Stati Uniti da soli ne rappresentano quasi un terzo. È un mercato che sta crescendo in modo sostanziale, con una tendenza verso ingredienti di qualità superiore e di livello umano.


Uno degli aspetti davvero interessanti dei grilli è che abbiamo dimostrato, sia in alcuni studi che in letteratura, alcuni effetti ipoallergenici e miglioramenti legati alla salute dell'intestino nei canini e nei felini, quindi c'è un'interessante differenziazione che va un passo oltre le proteine.

Il secondo aspetto dell'allevamento di insetti è l'affidabilità, aggiunge. Alcune fonti proteiche per alimenti per animali domestici di alta qualità, come la carne di cervo, non riescono a superare un certo livello. In terzo luogo, i grilli soddisfano tutti i criteri di sostenibilità, poiché gli acquirenti sono alla ricerca di ingredienti che possano aiutarli a ridurre le emissioni di carbonio.


Secondo Walraven di InnovaFeed, "lo sviluppo del mercato statunitense sarà fondamentale, soprattutto perché qui ci sono segmenti che non esistono in Europa, ad esempio il segmento degli alimenti per animali domestici più pregiati e il segmento del pollame da cortile".

Per quanto riguarda i mangimi, aggiunge: "Abbiamo sempre visto l'acquacoltura come un mercato molto strategico perché sta affrontando una carenza proteica a medio termine e il prezzo della farina di pesce è raddoppiato negli ultimi 18 mesi, quindi gli acquirenti sono molto consapevoli della necessità di assicurarsi nuove fonti di proteine".

In segmenti come i gamberetti o il pollame, invece, "si tratta più che altro di puntare ai benefici per la salute e agli aspetti delle prestazioni che gli ingredienti possono sbloccare".

InnovaFeed ha "diversi contratti di offtake a lungo termine" con Cargill, ADM e altri, afferma Walraven. "Direi che il 75-80% del nostro volume nei prossimi anni è bloccato da questi contratti”.


Cosa è successo quando una sola barca è rimasta bloccata nel Canale di Suez?


Secondo Whitaker di Entocycle, i recenti shock della catena di approvvigionamento hanno ulteriormente rafforzato la tesi delle proteine degli insetti: "Abbiamo visto cosa è successo quando una sola nave si è bloccata nel Canale di Suez, poi abbiamo visto l'impatto del CODID-19 sulle catene di approvvigionamento globali, la guerra in Ucraina, e poi gli eventi nel Mar Rosso, le inondazioni in Brasile, El Nino in Sud America, tutti fattori che causano volatilità in termini di approvvigionamento di proteine.


Se poi si considerano le tendenze a lungo termine, le regioni di coltivazione della soia in Brasile e in Argentina soffriranno di una grave siccità. Nel frattempo, la farina di pesce sta lentamente diminuendo. Tutto questo ha spinto molti Paesi a sviluppare strategie per le proteine alimentari come parte degli sforzi per la sicurezza alimentare, e assisteremo a una forte delocalizzazione.


Per la statunitense Chapul Farms, il fondatore Pat Crowley aggiunge: "Un mercato che mi interessa moltissimo è quello dei polli da cortile, che è cresciuto molto durante la pandemia. I benefici delle larve della mosca soldato nera come mangime per i polli sono enormi: uova più sane, piume più sane e stiamo vedendo un grande lavoro sui benefici immunologici.


Un altro mercato interessante è quello della produzione di trote negli Stati Uniti, dove non sono stati in grado di eliminare dalla dieta le farine di pesce (aringhe, acciughe e così via)", spiega Crowley, che nel 2012 ha fatto conoscere a molti americani il concetto di mangiare insetti con il lancio delle barrette Chapul alimentate a grilli, ma che da allora ha spostato la sua attenzione sulla progettazione, costruzione e gestione di impianti BSFL su scala commerciale.


Insetti ed economia circolare


In definitiva, secondo Crowley di Chapul Farms, ciò che rende gli insetti così eccitanti è che "hanno questa incredibile capacità di circolarità: sfruttano milioni di anni di evoluzione microbiologica per trasformare il materiale organico in proteine e grassi sani, aggiungono vita microbica al suolo, eliminano gli sprechi alimentari, riducono le emissioni di gas serra dell'agricoltura e la nostra dipendenza dai combustibili fossili e da fattori di produzione non sostenibili in agricoltura".


"Gli Stati Uniti, ad esempio, dicono di dimezzare il materiale organico che finisce nelle discariche, ma non c'è un piano definitivo su come farlo. Gli insetti possono svolgere questo ruolo in questo momento”.



Fonte:




Join the conversation on insect farming and its fight against hunger, poverty, and malnutrition. Use hashtags #InsectFarming #FoodSecurity #PovertyEradication #GlobalNutrition #SustainableDevelopment to make your voice heard in this mission for positive change.

0 visualizzazioni0 commenti

ความคิดเห็น


bottom of page